Home Mappa del sito Privacy e Cookie policy
  GM Servizi srl      GM Informatica
Home | Portfolio | Hospice
Dati Generali

Data: Luglio 2003
Località: Fabriano (AN)
Tipologia:
Sanitą
Prestazione:
Progettazione
Direzione lavori
Attivitą specialistiche:
Strutture
Geotecnica
Impianti meccanici
Impianti elettrici e speciali
Coordinamento sicurezza
Prevenzione incendi
Stato dell'arte:
Opera realizzata




Hospice - Fabriano (AN)


Struttura cure palliative

       (Scheda aggiornata al: dic.2007)

  • Committente: ASUR Marche - Zona territoriale 6 Fabriano

il centro residenziale cure palliative, trova ubicazione all’interno della stecca della seconda area degenza dell'Ospedale di Fabriano.

Esso occupa metà del piano terra per circa 750 mq complessivi.

La distribuzione interna è stata concepita allontanandosi il più possibile dal concetto di ospedale tecnologico ed asettico, e avvicinandosi a quello di residenza, garantendo il rispetto della privacy del paziente e contemporaneamente combattendone l’isolamento.

L’Hospice è diviso per aree funzionali, ed ha ingresso indipendente dall’esterno, dislocato a Nord-Est in corrispondenza del giardino.

A ridosso dell’ingresso principale si dislocano i servizi generali di supporto alla struttura con piccolo atrio, portineria, sala polivalente per riunioni di équipe e colloqui con il personale e spogliatoi per personale interno e volontario.

Dall’ingresso principale si accede direttamente all’area destinata alla terapia, con locali per musicoterapia, terapie antalgiche, ambulatorio, locale per attrezzature materiale di consumo e roba pulita, locale per lo sporco, locale spogliatoio e servizi igienici per il personale e locale con relativo servizio igienico per il personale volontario.

L’area destinata alla residenza è invece collocata tra le suddette attività e le principali vie di comunicazione interna della struttura ospedaliera.

Questa e dotata di 8 camere singole con relativo servizio igienico predisposto per disabili, un ampio soggiorno di nucleo con adiacente cucina-tisaneria, postazione per personale di assistenza, locale roba pulita, un bagno assistito con antistante vuotatoio, un locale per lo stoccaggio della roba sporca, infine un locale per la preparazione dei farmaci e nutrizionale che non verrà attrezzato con cappa e filtro di separazione in quanto in esso non verranno manipolate sostanze tossiche.

La cucina e il deposito dello sporco hanno mantenuto la posizione originaria, in quanto collegati, tramite montacarichi ai percorsi generali dello sporco, del pulito e del vitto dell’intera struttura ospedaliera.

A quest’ultima, come già detto, l’Hospice rimarrà collegato, dall’interno, per i servizi di cucina, di lavanderia, per una eventuale emergenza sanitaria, per il servizio di Day Hospital oncologico, per il servizio ambulatoriale del distretto, per il servizio mortuario e per ultimo con la piccola cappella collocata nelle vicinanze.

Inoltre, per il ricovero dei malati tramite ambulanza, si usufruirà dell’ingresso riservato all’adiacente servizio di Day Hospital oncologico.

Considerata la particolare destinazione d’uso del reparto è importante sottolineare alcune attenzioni per le finiture e l’arredamento in quanto implicano anche alcune scelte impiantistiche come ad esempio la collocazione e la scelta dei punti luce e dei corpi illuminanti.

L’organizzazione degli spazi comunitari, così come quella delle camere, ha seguito il più possibile la logica di attenzione alla persona, utilizzando elementi di finitura e di arredo tipici delle case di residenza.

L’aspetto ospedaliero verrà quindi visualmente minimizzato e utilizzato solo dove strettamente necessario, cioè nei locali di servizio.

Le camere di degenza, che affacciano direttamente sul giardino interno, sono posizionate a sud-est, mentre il soggiorno polivalente, posizionato a nord-ovest, affaccia su un’ampia zona di rispetto fluviale attrezzata a verde con, sullo sfondo, lo sky-line della città.

Nelle camere, oltre agli arredi fondamentali che seguiranno sempre la stessa logica di assimilazione a locali di residenza, anche l’ubicazione e la caratteristica delle sorgenti luminose (a parete e non a soffitto con tonalità di luce più calda ed avvolgente dei neon ospedalieri), il trattamento dei soffitti, delle pareti, dei pavimenti, contribuiranno a creare un ambiente di piacevole fruizione.

L’inserimento di una poltrona letto nelle camere consentirà di prevedere la per-manenza anche notturna di persone che desiderano rimanere con il malato per un maggior tempo.

Il soggiorno sarà attrezzato con poltrone, tavoli tv ecc. sì da ricreare quella familiarità tipica della cucina/tinello delle case, dove, mentre si prepara un caffè, una tisana, una bibita, un gelato, si chiacchiera e si sta insieme.

L’aspetto di relazione verrà favorito anche:

  • dalla possibilità di fruizione degli spazi all’aperto, i cui percorsi verranno pavimentati ed attrezzati con panchine, lampioni ecc;
  • dalla vicinanza al centro città;
  • dalla adiacente RSA, la cui filosofia di gestione per molti aspetti è simile.

 
STUDIO TECNICO GRUPPO MARCHE
62100 MACERATA - Villa Potenza - C.da Potenza 11 - Tel 0733 492522
Cod. Fisc./P.IVA 00141310433 - www.gruppomarche.it - email: staff@gruppomarche.it
webdev: www.drop.it