Home Mappa del sito Privacy e Cookie policy
  GM Servizi srl      GM Informatica
Home | Portfolio | Piano Regolatore Generale
Dati Generali

Data: Maggio 2006
Località: Visso (MC)
Tipologia:
Urbanistica
Prestazione:
Progettazione
Stato dell'arte:
Progettazione completata




Piano Regolatore Generale - Visso (MC)


P.R.G.

       (Scheda aggiornata al: dic.2007)

  • Committente: Comune di Visso (MC) 

Un progetto di P.R.G. dovrebbe tendere a sviluppare le potenzialità di un determinato Comune senza stravolgere i valori ambientali e paesaggistici del suo territorio; se ciò vale in linea generale, tanto più vale nel caso particolare di un comune, come Visso, inserito tra l’altro nel Parco dei Sibillini, che vede nello sviluppo del turismo la principale risorsa.
E’ indubbio, infatti, che pur non rinunciando ad iniziative nel settore primario (colture tipiche della zona montana, allevamento bovini e suini, trasformazione e industrializzazione dei prodotti agricoli, troticultura nei corsi d’acqua), è sullo sviluppo del turismo che Visso dovrebbe puntare (anche come sede del Parco dei Sibillini) per avere un suo ruolo specifico nel mondo attuale: sviluppo che mantenere solo conservando ed esaltando i valori sopra descritti.
Il progetto di Piano Regolatore, ponendosi pertanto come obiettivo prioritario la salvaguardia del patrimonio naturale e costruito del territorio comunale, cerca di individuare quelle iniziative che meglio coesistono con tale istanza e che si possono sintetizzare nei seguenti punti:
a) riqualificazione (per quanto possibile) del capoluogo e dei due borghi contermini) (Borgo San Giovanni e Borgo Sant’Antonio) con il recupero delle preesistenza, la ricucitura di alcune situazioni, l’arricchimento dei suoi servizi con particolare attenzione al settore turistico; scelta fondamentale sembra essere la valorizzazione delle aree limitrofe al corso del fiume Nera con il potenziamento degli impianti sportivi esistenti, la creazione di una continuità di verde attrezzato con formazione di una passeggiata pedonale lungo i suoi margini;
b) valorizzazione dell’altopiano di Macereto e delle sue strutture (Santuario e nucleo di Cupi) in accordo con l’Ente Parco;
c) politica di conservazione e di recupero dei numerosi nuclei frazionali, tutti di alto valore paesaggistico ed anche storico ambientale, cercando di sostenere con iniziative mirate l’attuale movimento turistico (ora affidato soltanto al ritorno estivo di famiglie originarie); a tal fine si ritiene di dover scartare l’ipotesi d’incrementare la nascita di nuovi villaggi turistici con case in proprietà (quasi sempre distruttivi dei valori dell’ambiente tradizionale, come dimostra l’esperienza degli anni 60 e 70) e di puntare invece su strutture a rotazione (agriturismo, ospitalità “bad and break” e camping),da realizzare con il recupero di immobili abbandonati: per quanto riguarda le attrezzature bisogna considerare che l’esiguità dei nuclei e dei loro abitanti stabili impedisce il mantenimento per tutto l’anno di consistenti servizi; se si vuole, tuttavia, incrementare l’attività turistica, bisogna prevedere un minimo di attrezzature: da qui la indicazione, per ogni nucleo, di un’area verde da sistemare con piantumazioni, parcheggio, eventuale spazio di sosta per caravan o tende e piccole attrezzature sportive, nonché la possibilità di costruire, dove non esiste, un locale per riunioni, ballo e gioco;
d) incentivazione del turismo escursionistico con la formazione di una rete di percorsi pedonali, equestri e ciclabili, con punti di riferimento e di sosta ben precisi in località di particolare interesse.


 
STUDIO TECNICO GRUPPO MARCHE
62100 MACERATA - Villa Potenza - C.da Potenza 11 - Tel 0733 492522
Cod. Fisc./P.IVA 00141310433 - www.gruppomarche.it - email: staff@gruppomarche.it
webdev: www.drop.it