Home Mappa del sito Privacy e Cookie policy
  GM Servizi srl      GM Informatica
Home | Portfolio | Castello della Porta
Dati Generali

Data: Maggio 1999
Località: Frontone (PU)
Tipologia:
Altri edifici pubblici
Prestazione:
Progettazione
Direzione lavori
Attivitą specialistiche:
Restauro
Strutture
Geotecnica
Impianti meccanici
Impianti elettrici e speciali
Coordinamento sicurezza
Prevenzione incendi
Stato dell'arte:
Opera realizzata


Galleria
(Clicca per visualizzare l'immagine ingrandita)



Castello della Porta - Frontone (PU)


Restauro e miglioramento sismico

       (Scheda aggiornata al: dic.2007)

  • Committente: Comune di Frontone (PU)
  • Inizio lavori: 14-12-1999
  • Fine lavori: 04-01-2002

Il Castello di Frontone si erge in cima ad un promontorio con versanti molto ripidi.
Subito a Nord e ad Ovest del fortilizio sorge il piccolo borgo medioevale.
In figura 6 è riportata la configurazione del borgo come doveva essere circa un secolo fa.
Il Castello ha una forma affusolata, che richiama un delfino; parte ad Ovest con un puntone triangolare per arrivare con uno spigolo a Nord-Est .
Subito intorno alla rocca corre una lizza larga da 1 a 1,5 ml. delimitata all’esterno da una cinta muraria in pietra locale.
Questa lizza non compare nella facciata Ovest del puntone triangolare; mentre nella zona a Nord-Ovest tra il Castello e la cinta muraria, nella lizza corre la rampa di accesso al castello.
Dallo spigolo Est scende lungo il versante una seconda cinta muraria, eseguita sempre in pietra locale.
Dopo circa 150 ml., raggiunto il punto più basso, la cortina gira verso Nord raggiungendo la porta di ingresso al borgo.
La superficie non costruita, racchiusa da questa seconda cinta muraria a ridosso del fortilizio e delimitata a Nord dalla chiesa baronale, è denominata “Due Pini” ed è oggetto di altro intervento.
Originariamente al castello si accedeva esclusivamente dalla gradonata ad Ovest. La necessità di mettere a norma la struttura ai fini della sicurezza antincendio e quella di eliminare delle barriere architettoniche, ha comportato che nel corso degli ultimi interventi di restauro venisse realizzata una nuova via di accesso (e di esodo) al fortilizio. Il nuovo ingresso, realizzato sul fronte Sud-Est della fabbrica lungo la cinta di mura che delimita la lizza, è servito da un ascensore ricavato all’interno della porzione di edificio crollata nel 1964 e ricostruita ex novo. Al di sotto della lizza ed in adiacenza a detto vano ascensore è ricavata anche una scala di emergenza.
L’accesso principale comunque rimane sempre quello storico, che, tramite un torrioncino d’ingresso, immette nel cortile del castello in posizione centrale rispetto a tutta la struttura, dividendola in due ali distinte e separate, ad est ed ad ovest.
I collegamenti di servizio orizzontali e verticali che mettono in comunicazione le due ali, sia al piano terra, che al 1° e al 2° sono stati ricavati a posteriori all’interno delle murature portanti.
Dal cortile, al piano terra, si accede a quello che nel 1600 divenne il piano nobile del palazzo tramite un’ampia scalinata con copertura a volta a botte intonacata ed arricchita con stucchi.
Le due ali del palazzo al piano 1° furono collegate anche da una loggetta larga circa 1 m. che corre lungo la parete Nord del cortile, realizzata in parte a sbalzo e in parte nello spessore della muratura che la sostiene.
La superficie del castello in pianta, nel suo massimo ingombro è di  829 mq. di cui  112 mq. occupati dal cortile.
Consta di tre piani; il piano terra e il primo piano sono pienamente agibili e si estendono per tutta la superficie coperta, mentre il 2° piano è costitituito da un sottotetto solo parzialmente praticabile. In prossimità del puntone vi è anche un locale interrato scavato in parte nella roccia.
All’esterno il castello si presenta come un unico grande massiccio che emerge dal costone roccioso, frastagliato in sommità dalle diverse altezze dei corpi di fabbrica di cui è costituito.
Facendo riferimento alla quota del camminamento, presa come base, le altezze dei corpi di fabbrica variano da un minimo di 10.00 ml. ad un massimo di 15.50 ml.
 


 
STUDIO TECNICO GRUPPO MARCHE
62100 MACERATA - Villa Potenza - C.da Potenza 11 - Tel 0733 492522
Cod. Fisc./P.IVA 00141310433 - www.gruppomarche.it - email: staff@gruppomarche.it
webdev: www.drop.it