Home Mappa del sito Privacy e Cookie policy
  GM Servizi srl      GM Informatica
Home | Portfolio | Nuova scuola secondaria di I grado 'Lorenzini'
Dati Generali

Data: Dicembre 2017
Località: Jesi (AN)
Tipologia:
Scuole
Prestazione:
Progettazione
Attivitą specialistiche:
Strutture
Geotecnica
Impianti meccanici
Impianti elettrici e speciali
Coordinamento sicurezza
Prevenzione incendi
Acustica
Stato dell'arte:
Progettazione in corso


Galleria
(Clicca per visualizzare l'immagine ingrandita)



Nuova scuola secondaria di I grado 'Lorenzini' - Jesi (AN)


Progettazione

        (Scheda aggiornata al: set.2017)

  • Committenza: Comune di Jesi (AN)
  • Importo: 4.000.000 €
  • Progettazione: 2017 - in corso

 La progettazione della Nuova scuola media Lorenzini risponde alla necessità di sostituire la struttura esistente, ormai obsoleta, in funzione della realizzazione di un nuovo plesso scolastico che risponda alle maturate esigenze di sicurezza, dal punto di vista strutturale, di efficienza energetica e funzionalità spaziale.

Il Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica a base gara non è risultato sufficientemente approfondito da consentire una immediata trasposizione nella progettazione definitiva. Gruppo Marche ha pertanto predisposto quattro configurazioni alternative al fine di cogliere i suggerimenti via via scaturiti nel corso degli incontri effettuati in un processo di progettazione partecipata.

L'edificio sorgerà in corrispondenza di Via Schweitzer, nei pressi dell'Istituto Superiore Commerciale e per Geometri 'P.Cuppari'. Il plesso ospiterà 15 aule normali (5 sezioni per 420 alunni). La particolare orografia del lotto, che presenta dislivelli fino a 9m, rappresenta la principale sfida dell'inserimento progettuale. Il complesso risulta composto da quattro corpi disposti seguendo le curve di livello, ed ognuno di essi presenta altezza massima di due piani. Gli stessi sono così suddivisi:

  • Corpo Atrio-Agorà

L’ingresso avviene al piano terra attraverso un percorso pedonale piano connesso con via Schweitzer. Questo piano rappresenta il punto nodale di connessione del plesso scolastico. Una volta approcciato l’ampio portico è possibile accedere:

  • all’area spettatori della palestra;
  • all’area spogliatoi della palestra attraverso la bussola di ingresso;
  • all’atrio scolastico.

Quest’ultimo mette in comunicazione diretta l’ingresso con le aule speciali, agilmente fruibili anche da un pubblico esterno nelle ore pomeridiane.

A livello volumetrico, l’atrio si sviluppa attraverso un doppio volume che comprende il piano terra ed il piano seminterrato, elevandosi oltre il limitare del piano primo ed emergendo quindi lievemente dal livello di copertura del corpo aule normali.

La facciata d’ingresso è completamente vetrata ed è dotata di numerose ante apribili. Ciò permette di mettere in comunicazione diretta l’agorà interna con l’ampio piazzale esterno, creando una forte connessione con lo spazio ricreativo ed il teatro all’aperto. L’atrio è pertanto permeabile alla piazza, che a sua volta risulta strettamente connessa con la città. Questo sistema di connessioni avvicina lo spazio scolastico alla realtà cittadina.

  • Corpo Aule Normali e Aule Speciali

In primo piano rispetto a via Schweitzer troviamo il corpo aule normali, che si sviluppa su due livelli: piano seminterrato e piano terra. Il volume si caratterizza per una profondità costante ed una lieve flessione a metà del proprio sviluppo, al fine di allinearsi alle curve di livello.

La prospettiva da via Schweitzer permette di osservare l’intero prospetto del fabbricato, il quale si caratterizza per un ampio portale effetto pietra ad incorniciare la facciata continua delle aule scolastiche. Emerge anche in questo caso il netto carattere di permeabilità dell’intervento, raggiunto attraverso la trasparenza delle facciate principali che mettono in connessione diretta gli spazi interni ai giardini esterni e alla città di Jesi.

Le aule speciali, in accordo con lo sviluppo del pendio, si svilupperanno tra il piano terra ed il piano primo, in diretta connessione con il corpo dell’agorà e parallelamente allo sviluppo delle aule normali. Il corpo verrà realizzato con un finanziamento autonomo rispetto al resto dell’edificato, e dovrà pertanto rispondere a specifiche esigenze. A tal fine, è garantita la possibilità futura di divisibilità dei corpi edilizi e si predispone un ingresso diretto al corpo stesso attraverso un piazzale pavimentato che affaccia su via R. Galante. 

La composizione architettonica del corpo aule speciali è affine a quello delle aule normali in quanto entrambi hanno la medesima vocazione funzionale rivolta alla didattica frontale. In tal modo, la funzione degli edifici traspare anche all’esterno.

  • Corpo Palestra

Arretrato rispetto ai precedenti, il corpo palestra occupa la porzione più alta del pendio. Il volume è parzialmente seminterrato al fine di mantenere l’ingresso e la comunicazione con la scuola a livello del piano terra.

L’accesso degli atleti e del personale di gara avviene dalla bussola di ingresso, consentendone l’uso nelle ore pomeridiane in maniera completamente autonoma dalla scuola. L’accesso del pubblico avviene attraverso una viabilità indipendente e sfalsata planimetricamente rispetto al piazzale principale, consentendo l’accesso diretto al piano sopraelevato degli spalti. Ciò permette una più idonea e sicura separazione dei flussi in occasione di manifestazioni sportive o manifestazioni organizzate dalla stessa scuola nella palestra.

L’ingresso del pubblico è rimarcato dalla presenza di una pensilina aggettante rispetto al corpo palestra, ben visibile dal percorso proveniente da via Schweitzer.

 

Il Progetto è stato eseguito dal Gruppo Marche interamente con tecnologia BIM, sia per quanto riguarda la progettazione del layout architettonico che impiantistico e strutturale, utilizzando il software Autodesk Revit.


 
STUDIO TECNICO GRUPPO MARCHE
62100 MACERATA - Villa Potenza - C.da Potenza 11 - Tel 0733 492522
Cod. Fisc./P.IVA 00141310433 - www.gruppomarche.it - email: staff@gruppomarche.it
webdev: www.drop.it